Utente: Anonymous

block.tpl.php

I blocchi sono costituiti da codice HTML , eventualmente costruito dinamicamente da script PHP, posizionato all’interno di una regione del tema corrente. Esempi di un blocco sono i campi utente/password per il login al sistema, il menu di navigazione e in generale i menu utente, il calendario etc.

Un blocco può anche essere costituito da una singola stringa, immagine o altro da posizionare in una determinata regione del tema.

Per definire un blocco si hanno due possibilità:

Aggiunta da interfaccia di un nuovo blocco utente

In questa modalità un utente con permessi di amministrazione dei blocchi, può creare un nuovo blocco. Basta andare nella pagina di amministrazione dei blocchi ed eseguire Aggiungi blocco.
Impostare un titolo e nell’area Corpo del blocco definire il codice HTML o PHP del nuovo blocco.

Esempio.:

<p>questo è un blocco </p>
 oppure
<?php  print “questo è un blocco”; ?>

Attenzione, selezionare l’opzione appropriata per il formato di input.

Blocco che contiene un altro blocco

Un blocco può anche contenere, a sua volta, un altro blocco.

Per richiamare un blocco utente scrivere:

 
<?php 
 $block = module_invoke('block', 'block', 'view', 1); 
 print $block['content'];
 ?> 

Dove il valore 1 indica il delta , ma per i blocchi utenti rappresenta il primo blocco creato, 2 il secondo blocco creato etc. etc. Questo valore può essere letto nella tabella blocks di MySQL nel campo delta.
Il codice scritto dall’utente &erave; invece contenuto nella tabella boxes nel campo body mettendo in join i campi boxes.bid = blocks.delta.

Definizione di un modulo

Per definire un blocco all’interno di un modulo Drupal, è necessario implementare la funzione nomemodulo_block() all’interno del modulo. Questo esula dalla presente documentazione e si rimanda l’argomento alla trattazione dei moduli.

Posizionamento di un blocco

Tutti i blocchi definiti sono visibili nella pagina di amministrazione dei blocchi, da cui è possibile indicare in quale regione visualizzare il blocco.