Utente: Anonymous

Definizioni

Sono riportati in questo capitolo alcuni concetti che saranno utilizzati nel proseguo di questa documentazione.

Contenuti

In questa documentazione sarà indicato con il termine di contenuto l'informazione archiviata in un sistema CMS come Drupal.

L'informazione pubblicata è orientata alla diffusione di conoscenza , idee, proposte e altro che gli ideatori del sito hanno come loro missione. L'informazione è resa disponibile nel sito web sotto forma di articoli, libri, forum e ancora con il supporto di immagini , video e suoni.
Tutto questo è quello che chiameremo contenuto primario del sito.

Ma oltre al contenuto primario, nel sito sono presenti altri contenuti come i menu per la navigazione, maschere per l'interazione con l'utente, commenti agli argomenti lasciati dai visitatori o utenti del sito, pubblicità e tutto ciò che può essere necessario per raggiungere lo scopo finale per cui il sito è stato pensato.
Tutto questo è quello che chiameremo contenuto secondario del sito

Il contenuto primario viene gestito dal Drupal attraverso i NODI.
Possiamo pensare al nodo come il contenitore della nostra informazione che viene poi visualizzato sul web sotto forma di pagina singola o di pagina di un libro o ancora come contenuto di un singolo intervento in un forum.
Drupal mette a disposizione dei nodi di base come appunto la creazione di una singola pagina o di un pagina appartenente ad un libro come questa che state leggendo. Ma Drupal consente anche di creare nuove tipologie di nodi. Si potrebbe creare quindi una rubrica telefonica dove ogni nodo è costituito da un singolo nominativo , uno scadenzario, un reportage fotografico e così via.

Il contenuto secondario viene gestito da Drupal attraverso i BLOCCHI.
I menu di navigazione sono dei blocchi, l'elenco degli ultimi commenti alle pagine o delle ultime discussioni aperte in un forum sono dei blocchi, la maschera di login è un blocco così come i tag di ricerca delle pagine. In pratica, come detto, tutto ciò che è utile per una buona navigazione e fruibilità del sito va a finire in un blocco.

Page callback

Quando viene inviata una richiesta, Drupal mediante la tabella MENU_ROUTER individua la funzione da chiamare per leggere, codificare e visualizzare il contenuto richiesto. Questa specifica funzione viene indicata con il nome di page callback.
Ad esempio la richiesta di un singolo nodo seleziona la page callback node_page_view() , per la visualizzazione della prima pagina node_page_default().

URL alias

Drupal archivia il contenuto primario nei nodi. All'interno del database i nodi sono numerati sequenzialmente.
Per accedere ad un nodo e quindi al suo contenuto , è necessario indicare a Drupal l'identificativo del nodo che si vuole estrarre dal database. Questa informazione è contenuta nell' URL inserito nel browser.
Ad esempio:
URL = www.miosito.com/node/345
Con questo URL diciamo al sistema di mostrarci il contenuto del nodo 345.
Questo URL è un po' criptico perchè non dice nulla circa il contenuto del nodo a meno di non ricordarsi che il nodo 345 corrisponde ad un certo contenuto che è molto improbabile.
Drupal viene in aiuto con gli URL alias.
In pratica è possibile associare all' URL precedente un qualsiasi altro URL .
Ad esempio:
URL = www.miosito.com/contabilita/elenco-fatture/attive
Si noti che tre voci 'contabilita' 'elenco-fatture' 'attive' sostituiscono due voci 'node' '345'.
In questo modo non interessa più sapere quale nodo chiamare per avere l'elenco delle fatture attive, in quanto abbiamo un alias più facilmente ricostruibile.
Sarà compito di Drupal convertire l' URL alias in un URL di sistema e richiamare successivamente la funzioni per visualizzare il contenuto.